venerdì 2 ottobre 2009

Alcool Killer

EFFETTI DIRETTI A BREVE TERMINE
L'alcol viene inparte assorbito dallo stomaco ed in parte dall'intestino e, se lostomaco è vuoto, l'assorbimento è più rapido. L'alcol assimilato,attraverso il sangue, passa al fegato, che ha il compito didistruggerlo. Finch il fegato non ha completato la digestione perl'etanolo continua a circolare diffondendosi nei vari organi.
L'alcol,una tra le sostanze più tossiche, può facilmente oltrepassare lemembrane cellulari e provocare lesioni, fino alla distruzione dellecellule. Nello stato di ubriachezza l'alcol nel sangue raggiunge tuttigli organi, cervello compreso, uccidendo migliaia di neuroni, e ildanno cerebrale è irreversibile.
Con un'ubriacatura si perdono circa 100.000 neuroni, tanti quanti quelli di una giornata di vita.

L'alcol provoca una iniziale euforia e perdita dei freni inibitori,ma a quantità progressivamente crescenti corrispondono effetti comeriduzione della visione laterale (visione a tunnel), perdita diequilibrio, difficoltà motorie, nausea e confusione. Quantità eccessivedi alcol possono portare fino al coma e alla morte. La velocità con cuiil fegato riesce a rimuovere l'alcol dal sangue varia da individuo adindividuo; in media, per smaltire un bicchiere di una qualsiasi bevandaalcolica l'organismo impiega circa 2 ore. Se si beve molto alcol inpoco tempo lo smaltimento è più lungo e difficile, e gli effetti più gravi.




lunedì 28 settembre 2009

SILVESTER STALLONE

Sylvester Gardenzio Stallone (New York, 6 luglio 1946) è un attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico statunitense di origine italiana.

Stallone è considerato, assieme all’amico e rivale Arnold Schwarzenegger, un’icona dei film di azione degli anni ottanta e novanta. L’attore statunitense è noto per l’interpretazione di due personaggi della storia del cinema degli ultimi decenni: "Rocky" Balboa: un pugile dal carattere buono quanto goffo, ma allo stesso tempo con un cuore straordinario che gli permette di vincere le sue sfide, sul ring e nella vita; John Rambo: un ex Berretto Verde reduce dal conflitto nel Vietnam, maltrattato e umiliato dopo essere tornato dalla guerra.

Nel 1976 esce nei cinema Rocky, pellicola che tratta della vita di un pugile sconosciuto a cui viene data la possibilità di combattere per il titolo più importante del pugilato. In seguito il film sarà vincitore di tre Oscar, oltre ad essere molto apprezzato dalla critica: un vero trampolino di lancio per Stallone, che ne cura anche il soggetto. Nel 1982 è la volta di Rambo, tratto dal romanzo First Blood, di David Morrell. Entrambe le pellicole avranno dei successivi sequel, a dimostrazione del grande successo avutosi con i film originali.

Nella sua carriera Stallone si è proposto in modo frequente anche come sceneggiatore e talvolta regista dei molti film da lui interpretati. Si tratta per lo più di action movie, ma anche di commedie, thriller o film sul genere drammatico.


Alcuni dei più famosi dei suoi film sono:

  • John Rambo(1°-2°-3°-4°)
  • Over the top
  • Fermati o mamma spara
  • Sorvegliato speciale
  • Rocky Balboa